Home / Informarsi / DECRETO RISTORI

DECRETO RISTORI

FAMIGLIE:

Per le famiglie e i cittadini in maggiore difficoltà economica perché non hanno accesso ad altri ammortizzatori sociali e sussidi economici abbiamo pensato di prorogare il Reddito di emergenza per altre due mensilità.

Nei mesi che abbiamo attraversato il Reddito di emergenza ha già dimostrato di essere prezioso e ha già aiutato circa 600mila famiglie.

Abbiamo il dovere di continuare a sostenere chi vive in una condizione di maggiore disagio e in questa difficile fase ha bisogno di un aiuto economico in più.

IDENNITA’ DA 1000 Euro :

Per aiutare i lavoratori e le famiglie che si trovano di fronte alle conseguenze dello stop ad alcune attività abbiamo previsto delle indennità di 1000 euro.

Aiutiamo innanzitutto i lavoratori stagionali del turismo (inclusi quelli con contratto di somministrazione o a tempo determinato), ma anche tutti gli altri lavoratori stagionali degli altri settori. Diamo sostegno ai lavoratori dello spettacolo, segnati dalla chiusura dei cinema e dei teatri a causa dell’emergenza sanitaria.

Il bonus andrà anche ai lavoratori intermittenti, ai venditori porta a porta e ai prestatori d’opera.

Diamo sostegno così alle categorie più colpite, offrendo un contributo per superare questa nuova fase di difficoltà.

LAVORO:

Le ulteriori 6 settimane di cassa integrazione Covid-19 che abbiamo inserito nel #decretoRistori andranno a dare sostegno alle imprese e ai lavoratori costretti a un nuovo stop forzato per le chiusure disposte a causa dall’aumento dei contagi.

Le settimane di cassa saranno utilizzabili dal 16 novembre al 31 gennaio 2021. Per le imprese che sceglieranno di non farne richiesta, ci sarà la possibilità di accedere a ulteriori 4 settimane di esonero contributivo.

Raggiunto anche l’obiettivo di prorogare il blocco dei licenziamenti fino al 31 gennaio 2021.

IMPOSTE:

Le attività che in questo periodo si sono fermate dovranno continuare a sostenere delle spese fisse che pesano in assenza di entrate.

È per questo che nel #decretoRistori abbiamo previsto la cancellazione della rata Imu di dicembre per i proprietari o gestori di attività.

Andiamo poi incontro ai commercianti per quanto riguarda le spese per gli affitti con un credito di imposta al 60% per tre mesi.

IMPRESE:

Nel mese di novembre prevediamo la sospensione dei versamenti contributivi per i lavoratori delle imprese interessate dall’ultimo Dpcm.

In questo modo consentiamo alle imprese di avere una voce in meno nelle spese durante questo periodo di stop o di limitazione delle loro attività.

FONDO PERDUTO :

Con il #decretoRistori dimostriamo la vicinanza dello Stato a imprenditori e commercianti costretti alla chiusura dall’emergenza sanitaria in corso.

Abbiamo quindi pensato a contributi a fondo perduto per quelle attività che hanno subito importanti cali di fatturato: i rimborsi arriveranno direttamente sul conto corrente delle imprese e andranno dal 100 al 400% di quanto ricevuto dalle imprese in base al decreto Rilancio.

Gli importi saranno più elevati per quelle imprese che più delle altre in questa fase stanno subendo gli effetti delle chiusure.

AFFITTI:

Nel #decretoRistori abbiamo introdotto un credito di imposta al 60% per gli affitti commerciali per tre mesi.

In questo modo aiutiamo chi deve ogni mese versare l’affitto per la sua attività, ma in questo periodo affronta serie difficoltà perché il lavoro è rallentato o addirittura fermo a causa delle chiusure imposte dall’ultimo Dpcm.

Diamo così supporto ai settori produttivi più colpiti in questa fase.

CULTURA E TURISMO :

Con oltre un miliardo nel #decretoRistori sosteniamo il mondo della cultura e del turismo, tra i più penalizzati dall’emergenza.

In particolare, il Governo prevede aiuti per i lavoratori di questi comparti, compresi quelli autonomi e intermittenti dello spettacolo.
Inoltre, rifinanziamo con importanti risorse i fondi già istituiti nei precedenti decreti:
50 milioni per il fondo per le imprese e le istituzioni culturali.
100 milioni per il fondo emergenze cinema e spettacolo.
400 milioni per un contributo a fondo perduto per le strutture ricettive e gli stabilimenti termali.
Altri 400 milioni per il fondo emergenze agenzie di viaggio, tour operator e guide turistiche.

Dobbiamo ridurre il più possibile le sofferenze di un motore economico e sociale essenziale per il Paese. Il decreto Ristori è una prima e immediata risposta, ma il sostegno continuerà.

FORZE DELL’ORDINE:

Con il #decretoRistori potenzieremo gli organici della Polizia locale, che avrà il delicato compito della sicurezza di prossimità dovendo controllare vie e piazze affinché vengano rispettate le misure stabilite per arginare l’emergenza Covid.

Per le forze di Polizia ci sarà il finanziamento per la giusta retribuzione per il lavoro straordinario, nonché le previste indennità in favore del personale messo a disposizione delle Autorità di pubblica sicurezza.

Anche i vigili del fuoco avranno la loro parte di straordinari ai quali il covid costringe tutti i corpi dello stato.

ivan.pracucci

Lascia un Commento

x

Check Also

RAPPRESENTANTE DI LISTA MOVIMENTO 5 STELLE REGIONALI 26 GENNAIO 2020

Il M5S  cerca rappresentanti di lista per le Elezioni Regionali del 26 ...

AUGURI DI BUONE FESTE E DI UN FELICE ANNO

AUGURIAMO A TUTTI BUONE FESTE  E FELICE ANNO   SPERANDO IN UN 2019 ...

Fondi europei per il WiFi4Eu gratis nei Comuni: ecco le 224 città italiane che hanno vinto

Il 7 dicembre la Commissione Europea ha annunciato le prime 2.800 città ...

La Serietà solo quando fa comodo !!

  La serietà degli amministratori della Valconca si dimostra anche così. Seduta ...

BUON FERRAGOSTO 2018

Tutto lo staff del Movimento 5 Stelle di San Clemente Augura a ...